AQUÆ
Immagine predefinita
società

Sostegno al turismo: l'UNWTO pubblica raccomandazioni e la Francia interviene

L'UNWTO lancia un invito all'azione per mitigare l'impatto della crisi COVID-19, mentre la Francia mette in atto le prime misure per promuovere la ripresa del turismo. 

Durante la sua convocazione, il 19 marzo, a comitato di crisi riunendo le principali organizzazioni delle Nazioni Unite, i presidenti del Consiglio esecutivo e regionale l'organizzazione mondiale del turismo (OMT) e leader del settore privato, UNWTO ha annunciato il rilascio di un file guida per ripresa del turismo globale. Ora è terminato con il lancio di 23 raccomandazioni raccolti in un documento: " Sostenere l'occupazione e l'economia attraverso viaggi e turismo ". Questo per fornire ai paesi " una lista di controllo delle possibili misure per consentire al nostro settore di sostenere l'occupazione e aiutare le aziende a rischio in questo momento. Mitigare l'impatto sull'occupazione e sul flusso di cassa, proteggere le popolazioni più vulnerabili e prepararsi alla ripresa devono essere le nostre principali priorità Lo ha detto il segretario generale dell'UNWTO Zurab Pololikashvili, ricordando la natura in evoluzione del supporto, che sarà soggetto ad aggiornamenti. 

La guida, che vuole essere un quadro pratico, classifica le raccomandazioni in 3 categorie : gestione delle crisi e mitigazione dell'impatto, misure di recupero e accelerazione della ripresa, preparazione per il futuro.

Gestisci e mitiga l'impatto della crisi

Le raccomandazioni, di cui l'UNWTO sottolinea il carattere “ eminentemente urgente ", Lo scopo di mantenere i lavori, per sostenere i lavoratori autonomi, a garantire la liquidità, promuovere lo sviluppo delle competenze e rivedere le tasse e gli oneri, nonché i regolamenti sui viaggi e sul turismo. Quindi, sarà necessario:

  1. fornire incentivi per mantenere i posti di lavoro, sostenere l'attività dei lavoratori autonomi e proteggere i gruppi più vulnerabili;
  2. supportare il flusso di cassa aziendale;
  3. rivedere le tasse, gli oneri, le tasse e i regolamenti che interessano i trasporti e il turismo;
  4. garantire la protezione e la fiducia dei consumatori;
  5. promuovere l'acquisizione di competenze, in particolare competenze digitali;
  6. includere il turismo negli accordi economici di emergenza a livello nazionale, regionale e globale;
  7. creare meccanismi e strategie di gestione delle crisi.

Riavvia e accelera il ripristino

Per accelerare la ripresa, l'UNWTO sottolinea la necessità di dare una spinta al turismo Posto centrale all'interno piani d'azione nazionali. La ripresa deve beneficiare di impulsi finanziari, comprese politiche fiscali favorevoli, l'eliminazione delle limitazioni ai viaggi non appena la situazione sanitaria lo consente e l'implementazione di strumenti per aumentare la fiducia dei consumatori. Quindi, sarà necessario:

  1. fornire incentivi finanziari per gli investimenti e lo sfruttamento del turismo;
  2. rivedere le tasse, gli oneri e le normative che influenzano i viaggi e il turismo;
  3. promuovere l'agevolazione dei viaggi;
  4. promuovere nuovi posti di lavoro e l'acquisizione di competenze, in particolare competenze digitali;
  5. tenere conto della sostenibilità ambientale nei meccanismi di recupero e recupero;
  6. conoscere il mercato e agire rapidamente per ripristinare la fiducia e stimolare la domanda; 
  7. promuovere marketing, eventi e riunioni;
  8. investire in partnership;
  9. creare un posto per il turismo nei programmi di ripresa nazionali, regionali e internazionali e negli aiuti allo sviluppo. 

Preparati per domani

Per l'UNWTO, la crisi e le azioni che ne deriveranno sono un'opportunità per impegnarsi in a transizione all'economia circolare. Chiede quindi il rafforzamento della resilienza e la promozione della sostenibilità a tutti i livelli. Quindi, sarà necessario:

  1. diversificare mercati, prodotti e servizi;
  2. investire in sistemi di analisi di mercato e trasformazione digitale;
  3. rafforzare la governance del turismo a tutti i livelli;
  4. prepararsi alle crisi, migliorare la resilienza e garantire che il turismo sia incluso nei meccanismi e nei sistemi di emergenza nazionali;
  5. investire nel capitale umano e nello sviluppo dei talenti;
  6. collocare saldamente il turismo sostenibile tra le priorità nazionali;
  7. passare all'economia circolare e assumere la responsabilità degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

La Francia si è mobilitata 

Da parte sua, la Francia, prima destinazione turistica mondiale, non ha atteso la pubblicazione delle raccomandazioni degli organismi internazionali per schierare a piano d'azione a favore del settore. Jean-Baptiste Lemoyne, Segretario di Stato presso il Ministro per l'Europa e gli affari esteri, incaricato del turismo, ha fatto il punto martedì 31 marzo, al termine della riunione settimanale del comitato del settore turistico.  

Ha ricordato in particolare le misure di sostegno economico adottate dal governo. Quindi, dei 4 miliardi di euro di richieste relative a Prestito garantito dallo Stato10% (ovvero 400 milioni di euro) riguardano il settore turistico », Secondo Bpifrance. Quest'ultimo ha anche istituito il Pronto a tutto destinato a VSE, PMI ed ETI. Su questo dispositivo, " 2,3 miliardi di euro sono sotto inchiesta, 200 milioni di euro sono già stati sborsatis ”, ha precisato il Segretario di Stato.

© Screenshot "Sostenere l'occupazione e l'economia attraverso viaggi e turismo"

Leggi anche ...

Presto acqua, agricoltura e ossigeno su Marte?

SQUADRA ACQUA

Per le donne boliviane, l'acqua è fonte di vita... e di persistenti disuguaglianze

Alban Derouet

Scarsità d'acqua e agricoltura: la scia delle fonti "non convenzionali"

SQUADRA ACQUA

Lascia un tuo commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre indesiderati. Ulteriori informazioni su come vengono utilizzati i dati dei commenti.

Traduci »