AQUÆ
Immagine predefinita
pianeta

Contro l'inquinamento dell'acqua, una soluzione: innovazione!

Tempo di lettura: 2 verbale

 

Vengono messe in atto soluzioni innovative, marine, biologiche o tecnologiche per salvare l'oro blu del nostro pianeta: l'acqua.

La lotta contro l'inquinamento idrico è al centro delle preoccupazioni globali. Come garantire ai 7,5 miliardi di terrestri (10 miliardi entro il 2050) oceani più puliti e l'accesso all'acqua potabile? Ecco alcune delle innovazioni che potrebbero preservare questa risorsa vitale per l'umanità.

Una barca per pulire gli oceani

Partiamo dallo specchio d'acqua più grande del mondo e anche il più colpito dall'inquinamento: l'oceano. Ricorda che ci siamo incontrati il Manta, un catamarano delle pulizie che si stava preparando per la sua grande crociata nel 2024. Questo fabbrica di barche, più del 75% autonoma, che raccoglie e processa i rifiuti presenti negli oceani, presto attraverserà i mari. Diecimila tonnellate di plastica dovrebbero quindi cadere nelle sue reti ogni anno. La versione finale della barca, immaginato dall'associazione The SeaCleaners del navigatore Yvan Bourgnon, è stato presentato alla fine di gennaio.

La Manta esplorerà le acque inquinate in modo indipendente. Grazie ai 1500 m² di vele installate su piattaforme automatizzate e ai suoi motori a propulsione elettrica. Due turbine eoliche, generatori idroelettrici e pannelli solari produrranno l'elettricità necessaria. Più, i rifiuti raccolti saranno trasformati in energia per alimentare l'intera installazione. Servirà anche come laboratorio scientifico per l'analisi dell'inquinamento da plastica degli oceani e come piattaforma educativa aperta al grande pubblico.

Questo gigante dei mari inizierà il suo viaggio con i corpi idrici più inquinati del mondo, come i fiumi del sud-est asiatico o l'Indonesia.

Microalghe per decontaminare l'acqua industriale

Passiamo dagli oceani ai continenti. E se gli effluenti industriali fossero decontaminati? Questo è ora possibile grazie a microalghe che riducono la concentrazione di azoto nell'acqua del 98% in sole 24 ore ! E questo è un bene, perché gli effluenti dell'industria sono fortemente carichi di azoto e fosforo.

È laggiù biorisanamento, studiato dalla società Egis nella Loira Atlantica, che questa vegetazione microscopica si attivi per eliminare (quasi) completamente i residui nocivi per la salute. Come sta andando ? È con l'azoto e l'anidride carbonica rilasciati negli effluenti che le microalghe preparano il loro pranzo. Quindi producono, mediante la fotosintesi, a biomassa recuperabile ricca di aminoacidi e proteine. Questa nuova risorsa potrebbe essere utilizzata in particolare per l'alimentazione animale o la chimica verde.

Uno strumento per monitorare la qualità dell'acqua in 90 minuti

La lotta all'inquinamento idrico si gioca anche a livello locale per preservare la salute pubblica. E qui il motto è: "prevenire è meglio che curare".

Novanta minuti! Questo è il tempo che ci vorrà anticipare i rischi di inquinamento dell'acqua. È stato progettato un kit di campionamento di nuova generazione che può essere utilizzato in tutti gli ambienti acquatici rilevare possibili contaminazioni da batteri o microalghe. Questo strumento, ad esempio, consentirà di identificare la presenza di salmonella in un'operazione di acquacoltura e quindi di prevenire un potenziale rischio per la salute.

La start-up Microbia, all'origine di questa innovazione, offre anche supporto personalizzato per avvisare dell'arrivo di microalghe tossiche e prevedere la fine della contaminazione.

Tante soluzioni che sembrano indicare l'emergere di una coscienza collettiva sull'importanza dell'acqua sana per il nostro pianeta… e per i suoi abitanti.

 

© Adobe Stock

Leggi anche ...

Previsioni, clima, gestione del rischio… Le alluvioni mortali in Germania e Belgio in sette domande

Alban Derouet

I denti del mare, il film che ha massacrato la protezione degli squali

SQUADRA ACQUA

La "spina" antartica pronta a saltare sotto l'effetto del cambiamento climatico

Alban Derouet

Lascia un tuo commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre indesiderati. Ulteriori informazioni su come vengono utilizzati i dati dei commenti.

Traduci »
X